FANTASMA AZZURRINA

English Deutsch Français español русский chinese český
banner
Facebook Fan Page Twitter
FANTASMA AZZURRINA

Voti

ricevuti
10138

Vota il tuo mito!

FANTASMA AZZURRINA

Il fantasma di Montebello

In un castello situato a Montebello, in provincia di Rimini, nella seconda metà del XIV secolo, sparì misteriosamente una bambina, che ancora oggi fa parlare di se: si tratta di Guendalina Malatesta vissuta nel Medioevo, ma conosciuta da tutti come il fantasma Azzurrina.
Guendalina era albina e aveva i capelli bianchi. L'albinismo, nel medioevo, era fonte di sospetto e paura. Le sue caratteristiche somatiche, non erano viste con simpatia e, per questo, fu accusata di stregoneria e destinata ad una morte atroce. Per farla sopravvivere e darle una speranza, i genitori non le permettevano l’uscita dal castello. Preoccupati per il futuro della figlia e per proteggerla da tali infamie, decisero di tingerle i capelli con una sostanza a base di erbe, che scuriva i capelli, ma che al contatto della luce emanava dei riflessi azzurri. Così che, tutti iniziarono a chiamare la bambina con il nome di "Azzurrina".
Ma la storia che viene tramandata da secoli riguarda la sua strana morte, avvenuta all'interno del castello. Si racconta che il 21 giugno 1375 durante un temporale, Azzurrina stesse giocando con una palla fatta di pezza e spaghi. La palla rotolò giù per una scala, che conduceva alla ghiacciaia e la bambina corse a recuperarla. Due soldati udirono un grido e si precipitarono a cercarla. Ma ogni tentativo di ritrovarla fu inutile. Il castello e l’intero borgo furono setacciati per giorni e giorni... Azzurrina era scomparsa, come dileguata nel nulla.
Dal 21 giugno, ogni cinque anni, nella notte del solstizio d'estate, nel Castello di Montebello appare il fantasma di Azzurrina, la si ascolta ridere o piangere e si sente la sua voce. Da tempo molti studiosi ed esperti stanno tentando di capire l’origine di questi suoni. Dal 1990 sono state effettuate anche delle registrazioni dell'evento, che vengono fatte ascoltare ai turisti che visitano il castello. In questi nastri, realizzati dalla RAI e dall'Università di Bologna, si sente una voce di bambina piangere sottovoce in mezzo ai rumori di un temporale. L’università di Bologna iniziò subito degli studi approfonditi e si riuscì, sempre durante il solstizio nel 1995, a registrare anche il rumore della palla che rimbalzava, il ritocco delle campane e la voce più limpida di Azzurrina, tanto da riuscire a capire chiaramente che pronunciava la parola “mamma”. Nello stesso giorno dell’anno 2000 la stessa università, registrò ancora i lamenti della bambina. Oggi il castello di Montebello, è visitato da centinaia di persone non solo per il suo valore storico-artistico, ma anche per il fantasma di Azzurrina.

E' possibile effettuare visite diurne e notturne all'interno del castello, per maggiorni nformazioni visitate il sito www.castellodimontebello.com

Inserisci Commento

e-mail

Nome

Commento
captcha
Ricarica l'immagine
Dichiaro di accettare le informazioni sulla privacy
Data: 09/11/2009

per puro ksao ho kiamato il mio pappagallo azzurina

Data: 07/11/2009

Ciao ragazzi credo di aver scoperto il mistero di Azzurrina anche se non sono del tutto sicura..leggendo un articolo su internet che parlava della medesima fantasmina, ho letto anche che anzitempo avevano convocato una medium nel castello perchè potesse comunicare con Azzurrina..pare che lei sia apparsa e le abbia svelato il mistero della sua morte:pare che la piccola, mentre scendeva le scale che portavano al nevaio, per riprendere la palla, sia inciampata accidentalmente sbattendo la testa..e voi sapete com'è delicata la testa di una bambina! Le due guardie, sentendo l'urlo di lei che cadeva dalle scale, si precipitarono a raggiungerla ma lei era già priva di sensi..morta. Terrorizzati all'idea di essere giustiziati dal padre della bambina per la loro disattenzione, i due decisero di nascondere il corpicino murandolo..forse proprio nella stanza segreta dalla quale provenissero le voci della bimba, che aspetta che qualcuno le liberi il corpo, per poter andarsene finalmente in pace, dai suoi mamma e papà..ovviamente, le due guardie vennero comunque giustiziate, portandosi nella tomba questo terribile segreto..

Data: 04/11/2009

Di questa storia esistono tante versioni, e io non so a chi credere. Una bambina che scompare così di punto in bianco sembra impossibile da credere, comunque io le ho sentite le registrazioni di AZZURRINA e sembrano molto credibili. Io e le mie amiche faremo un film su questa storia perchè ci interessa molto. Povera bambina, è morta perchè nessuno la voleva per l'albinismo, ora però vi devo salutare, un bacio da SILVY!!!

Data: 02/11/2009

QESTA STORIA MI SEMBRA 1 PO TROPPO ESAGERATA!!! 1 BAMBINA NN PUO' SPARIRA NEL NULLA! SECONDO ME LA STORIA VERA è QELLA RACCONTATA DA... NON SO IL NOME....MA COMUNQUE... CI ARRIVO PURE IO KE HO 12 ANNI KE NON SI PUO' SPARIRE NEL NULLA. CIAO A TUTTIIII

Data: 28/10/2009

maddaiiii...il fantasma....il castello....il temporale....tutto come da copione...e intanto si rimpinguano le casse.

Data: 22/10/2009

ciao.ho scoperto questa storia dalla mia miglire amica al l' inizio non ci credevo ma quandosiamo andate su internet e abbiamo visto il video cio creduto.chi leggera' questo recconto ci drovra credere. ciao e attenti ai fantasmi.

Data: 18/10/2009

Io ci sono stata a fare la visita guidata di sera del castello. Qualcosa di strano c' è di sicuro: personalmente ho visto apparire sotto i miei occhi le impronte dei piedi della bambina su di una specie di soppalco in legno dove (ci stava raccontando la guida) era apparsa a testa in giu, davanti all' uomo che faceva le pulizie. Poi mi sono pure sentita male, proprio nei pressi della ghiacciaia dove è scomparsa ho avuto quasi uno svenimento e mi hanno dovuto portare all' esterno in braccio. Però appena mi sono ripresa son voluta tornare dentro a finire la visita del castello.

Data: 18/10/2009

Io ci sono stata a fare la visita guidata di sera del castello. Qualcosa di strano c' è di sicuro: personalmente ho visto apparire sotto i miei occhi le impronte dei piedi della bambina su di una specie di soppalco in legno dove (ci stava raccontando la guida) era apparsa a testa in giu, davanti all' uomo che faceva le pulizie. Poi mi sono pure sentita male, proprio nei pressi della ghiacciaia dove è scomparsa ho avuto quasi uno svenimento e mi hanno dovuto portare all' esterno in braccio. Però appena mi sono ripresa son voluta tornare dentro a finire la visita del castello.

Data: 10/10/2009

e una storia tristissima, sarebbe bello che avesse un lieto fine ciao sara

Data: 04/10/2009

AZZURRINA...FORSE ANCORA OGGI ACCOMPAGNI QUALC'UNO OLTRE QUELLA LUCE....PRIMA DEL PASSAGGIO....COME IL CODIROSSO FECE CON TE......

I miti più amati
A Cesena