FANTASMA AZZURRINA

English Deutsch Français español русский chinese český
banner
Facebook Fan Page Twitter
FANTASMA AZZURRINA

Voti

ricevuti
10138

Vota il tuo mito!

FANTASMA AZZURRINA

Il fantasma di Montebello

In un castello situato a Montebello, in provincia di Rimini, nella seconda metà del XIV secolo, sparì misteriosamente una bambina, che ancora oggi fa parlare di se: si tratta di Guendalina Malatesta vissuta nel Medioevo, ma conosciuta da tutti come il fantasma Azzurrina.
Guendalina era albina e aveva i capelli bianchi. L'albinismo, nel medioevo, era fonte di sospetto e paura. Le sue caratteristiche somatiche, non erano viste con simpatia e, per questo, fu accusata di stregoneria e destinata ad una morte atroce. Per farla sopravvivere e darle una speranza, i genitori non le permettevano l’uscita dal castello. Preoccupati per il futuro della figlia e per proteggerla da tali infamie, decisero di tingerle i capelli con una sostanza a base di erbe, che scuriva i capelli, ma che al contatto della luce emanava dei riflessi azzurri. Così che, tutti iniziarono a chiamare la bambina con il nome di "Azzurrina".
Ma la storia che viene tramandata da secoli riguarda la sua strana morte, avvenuta all'interno del castello. Si racconta che il 21 giugno 1375 durante un temporale, Azzurrina stesse giocando con una palla fatta di pezza e spaghi. La palla rotolò giù per una scala, che conduceva alla ghiacciaia e la bambina corse a recuperarla. Due soldati udirono un grido e si precipitarono a cercarla. Ma ogni tentativo di ritrovarla fu inutile. Il castello e l’intero borgo furono setacciati per giorni e giorni... Azzurrina era scomparsa, come dileguata nel nulla.
Dal 21 giugno, ogni cinque anni, nella notte del solstizio d'estate, nel Castello di Montebello appare il fantasma di Azzurrina, la si ascolta ridere o piangere e si sente la sua voce. Da tempo molti studiosi ed esperti stanno tentando di capire l’origine di questi suoni. Dal 1990 sono state effettuate anche delle registrazioni dell'evento, che vengono fatte ascoltare ai turisti che visitano il castello. In questi nastri, realizzati dalla RAI e dall'Università di Bologna, si sente una voce di bambina piangere sottovoce in mezzo ai rumori di un temporale. L’università di Bologna iniziò subito degli studi approfonditi e si riuscì, sempre durante il solstizio nel 1995, a registrare anche il rumore della palla che rimbalzava, il ritocco delle campane e la voce più limpida di Azzurrina, tanto da riuscire a capire chiaramente che pronunciava la parola “mamma”. Nello stesso giorno dell’anno 2000 la stessa università, registrò ancora i lamenti della bambina. Oggi il castello di Montebello, è visitato da centinaia di persone non solo per il suo valore storico-artistico, ma anche per il fantasma di Azzurrina.

E' possibile effettuare visite diurne e notturne all'interno del castello, per maggiorni nformazioni visitate il sito www.castellodimontebello.com

Inserisci Commento

e-mail

Nome

Commento
captcha
Ricarica l'immagine
Dichiaro di accettare le informazioni sulla privacy
Data: 20/07/2009

Quuesta storia è verissima nn sl perche abbiamo delle prove ma perche è la realtà...

Data: 18/07/2009

SAPETE PER FAVORE QUANTO DURA UNA VISITA NOTTURNA?

Data: 12/07/2009

Il castello è visitabile al pubblico ma rimane assolutamente chiuso nei giorni in cui vengono effettuate le registrazioni.

Data: 11/07/2009

SALVE A TUTTE/I, SONO LEO FARINELLI , STUDIOSO DEL PARANORMALE E DEL CASO IN QUESTIONE, SCRITTORE DEL LIBRO SULLA PICCOLA ALBINA.. TUTTO QUANTO È QUI RACCONTATO E DISCUSSO DI AZZURRINA, RIGUARDA LA SUA LEGGENDA, CHE OGNUNO POI LA RACCONTA COME LA SENTE O COME L'HA SENTITA RACCONTARE. DI AZZURRINA ESISTE LA VERA STORIA, FRUTTO DI ANNI DI RICERCHE. LA PICCOLA SI CHIAMAVA GUENDALINA DELLA FAGGIOLA,FIGLIA DI UGUCCIONE DELLA FAGGIOLA E DI COSTANZA MALATESTA, ANNO 1375. SE INTERESSANO ALTRE NOTIZIE SU TUTTO L'ARGOMENTO CHE LA RIGUARDA, LEGGENDA E STORIA, SONO A DISPOSIZIONE. leofar15@tin.it

Data: 05/07/2009

Che mondo strano è il nostro!! Un mondo di telecomunicazioni e megabite, eppure una storia semplice e dolce come quella di Azzurrina ci spaventa. Vorrei spendere una sola parola per Sara, ho letto la tua letterina, potri essere il tuo bisnonno, eppure rimango affascinato dal desiderio di Sara di voler fare qualcosa per questa povera anima in pena!! forse è passato troppo tempo, ma già ricordarla come tu fai, con lo spirito che ti anima è moltissimo, grazie. Vorrei che tutti i tuoi coetanei avessero un'anima gentile e sensibile come te. Non cambiare mai.

Data: 26/06/2009

cavolo amo questa storia e azzurrina, credo nei fantasmi anche se un pò mi fanno paura!! io penso che il corpo di azzurrina sia nascosto in qualche parte nel castello!!! :( azzurrina siamo cn te <3

Data: 24/06/2009

ciao a tutti,io credo il più possibile a questa storia,,azzurrina per me sarà morta ma è rimasta li dentro e ,quindi,è possibile che il prossimo lamento sarà il 21 giugno 2010,non vi impressionate,dopotutto quella azzurrina è mortai un sotteraneo,quindi,per me è morta dannata,avrei una domanda,il castello di azzurrina è aperto ai turisti,perchè il 21 giugno 2010 vorrei andare lì,ciao a tutti

Data: 23/06/2009

Mmmm, però a me quetsa cosa che le registrazioni dei fenomeni sono coincise con l'anno in cui il castello è stato convertito in museo in cui pagare l'ingresso per entrare, sinceramente mi puzza parecchio...

Data: 21/06/2009

che cavolo! ieri avevo scritto un commento ma nn è stat pubblicato! fatto sta che io ho 14 anni e conosco qst storia di guendalina malatesta da qnd avevo 8 anni. oggi è il 21 giugno e io dedico questa giornata a lei e all'anniversario della sua morte. cmq lei è esistita veramentee alcune fonti storiche e documenti presenti nel castello di montebello testimoniano la verità di qst storia. E' morta battendo la testa sulle scale x raccogliere la palla! chiara

Data: 20/06/2009

ragazzi io ci vado domani sera che è proprio l'anniversario della sua morte...e coincidenza...le previsioni metereologiche hanno messo pioggia, proprio come la notte che scomperve!!vi farò sapere cosa accadrà..ho un presentimento!

I miti più amati
A Cesena