FANTASMA AZZURRINA

English Deutsch Français español русский chinese český
banner
Facebook Fan Page Twitter
FANTASMA AZZURRINA

Voti

ricevuti
10138

Vota il tuo mito!

FANTASMA AZZURRINA

Il fantasma di Montebello

In un castello situato a Montebello, in provincia di Rimini, nella seconda metà del XIV secolo, sparì misteriosamente una bambina, che ancora oggi fa parlare di se: si tratta di Guendalina Malatesta vissuta nel Medioevo, ma conosciuta da tutti come il fantasma Azzurrina.
Guendalina era albina e aveva i capelli bianchi. L'albinismo, nel medioevo, era fonte di sospetto e paura. Le sue caratteristiche somatiche, non erano viste con simpatia e, per questo, fu accusata di stregoneria e destinata ad una morte atroce. Per farla sopravvivere e darle una speranza, i genitori non le permettevano l’uscita dal castello. Preoccupati per il futuro della figlia e per proteggerla da tali infamie, decisero di tingerle i capelli con una sostanza a base di erbe, che scuriva i capelli, ma che al contatto della luce emanava dei riflessi azzurri. Così che, tutti iniziarono a chiamare la bambina con il nome di "Azzurrina".
Ma la storia che viene tramandata da secoli riguarda la sua strana morte, avvenuta all'interno del castello. Si racconta che il 21 giugno 1375 durante un temporale, Azzurrina stesse giocando con una palla fatta di pezza e spaghi. La palla rotolò giù per una scala, che conduceva alla ghiacciaia e la bambina corse a recuperarla. Due soldati udirono un grido e si precipitarono a cercarla. Ma ogni tentativo di ritrovarla fu inutile. Il castello e l’intero borgo furono setacciati per giorni e giorni... Azzurrina era scomparsa, come dileguata nel nulla.
Dal 21 giugno, ogni cinque anni, nella notte del solstizio d'estate, nel Castello di Montebello appare il fantasma di Azzurrina, la si ascolta ridere o piangere e si sente la sua voce. Da tempo molti studiosi ed esperti stanno tentando di capire l’origine di questi suoni. Dal 1990 sono state effettuate anche delle registrazioni dell'evento, che vengono fatte ascoltare ai turisti che visitano il castello. In questi nastri, realizzati dalla RAI e dall'Università di Bologna, si sente una voce di bambina piangere sottovoce in mezzo ai rumori di un temporale. L’università di Bologna iniziò subito degli studi approfonditi e si riuscì, sempre durante il solstizio nel 1995, a registrare anche il rumore della palla che rimbalzava, il ritocco delle campane e la voce più limpida di Azzurrina, tanto da riuscire a capire chiaramente che pronunciava la parola “mamma”. Nello stesso giorno dell’anno 2000 la stessa università, registrò ancora i lamenti della bambina. Oggi il castello di Montebello, è visitato da centinaia di persone non solo per il suo valore storico-artistico, ma anche per il fantasma di Azzurrina.

E' possibile effettuare visite diurne e notturne all'interno del castello, per maggiorni nformazioni visitate il sito www.castellodimontebello.com

Inserisci Commento

e-mail

Nome

Commento
captcha
Ricarica l'immagine
Dichiaro di accettare le informazioni sulla privacy
Data: 10/11/2008

ciao a tutti....io vorrei andarci il 21 giungno 2010...wow!!!!!vorrei sentirla parlare........cavoli mi saliranno i brividi alla schiena...brrrrr....poi sentiro' ke qualcuno mi tocca la gamba...invece è il mio cell...io dico pronto e mi rix azzurrina e mi dice cm è morta.........ihihih...seeeee...sapete xkè è impossiobile??xkè me la sarei gia' ftt addosso................cmq vorrei essere + informata...se qualcuno le avra' mi scriva a giulygiuly_96@hotmail.it oppure a giulia.costa@teknosoluzioni.it ........grz ciaoooo!!!!!

Data: 09/11/2008

L'articolo riporta un dato erroneo. Le ricerche sono state effettuate da un centro di ricerca parapslicologica privato di bologna, e non dall'università. Questa diceria riguardo il fatto che l'ateneo stesso abbia dato rilevanza al fenomeno ha contribuito nel dare a tutto maggiore credibilità, ma si tratta di un falso. Per il resto, il castello è suggestivo, certo, ma nulla di così eclatante. La visita mi è sembrata sin troppo teatrale.

Data: 09/11/2008

E' una storia interessante ma allo stesso tempo brutta perchè questa povera bimba è stata costretta per tanti anni a stare chiusa in questo castello.Orribile.Poverina

Data: 08/11/2008

Salve a tutti mi chiamo Anna io sono stata qualche giorno fa più o meno 4 è vi assicuro che la storia è falsa perchè le registrazione l'hanno fatto loro inventate da loro io lo so perchè mio zio è il capo è mi ha detto che è solo una storiella e vi assicuro non me lo dice pèerchè sono una bimba che poi ho 19 anni quindi ragazzi andate ma è solo una perdita di tempo...io vi consiglio di andare a vedere il castello oscuro lù è tutto vero è li potete vedere i fantasmi apparono ogni mese del giorno 3 davvero uno sballo è fa una paura tremenda...By By

Data: 31/10/2008

secondo me azzurrina nn era cattiva perchè lei nn aveva alcuna ragione per morire e secondo me nn è lei ke si fa sentire,ma sua madre ke si vuole vendicare di questa cattiveria ke hanno ft a sua figlia nnt'altro

Data: 28/10/2008

non lo so, però sn molto curiosa di andare a visitare il castello a Montebello!!!!!!! Fa un pò paura, nn credete anche voi??

Data: 28/10/2008

poverina chissa chi lavra uccisa o portata via ma liportante è farla riposare in pace

Data: 25/10/2008

Cavoli...k storie!!! Ma k strina!!! Pensate se adesso, dopo aver letto qst cosa, una mano vi si posasse sulla spalla...brrr!!!

Data: 20/10/2008

Vorrei dire solo questo: ammesso e non concesso che esistano i fantasmi, nel 1375 una bambina NON usava la parola MAMMA, perchè tale parola è un francesismo arrivato in Italia molto tempo dopo.. In questa storia, per poter essere credibile, la bimba avrebbe dovuto usare il vocabolo "MADRE", anche perchè essendo una castellana (e quindi nobile) il "voi" rivolto ai genitori era una cosa normale e obbligatoria. C'è un qualcosa di buono, qualcuno si arricchirà per tanto tempo utilizzando questa storia. Saluti a tutti.

Data: 19/10/2008

CAVOLO M SALGONO I BRIVIDI ALLA SCHIENA RAGAZZI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! MAMMA MIAAAAA....

I miti più amati
A Cesena