FANTASMA AZZURRINA

English Deutsch Français español русский chinese český
banner
Facebook Fan Page Twitter
FANTASMA AZZURRINA

Voti

ricevuti
10138

Vota il tuo mito!

FANTASMA AZZURRINA

Il fantasma di Montebello

In un castello situato a Montebello, in provincia di Rimini, nella seconda metà del XIV secolo, sparì misteriosamente una bambina, che ancora oggi fa parlare di se: si tratta di Guendalina Malatesta vissuta nel Medioevo, ma conosciuta da tutti come il fantasma Azzurrina.
Guendalina era albina e aveva i capelli bianchi. L'albinismo, nel medioevo, era fonte di sospetto e paura. Le sue caratteristiche somatiche, non erano viste con simpatia e, per questo, fu accusata di stregoneria e destinata ad una morte atroce. Per farla sopravvivere e darle una speranza, i genitori non le permettevano l’uscita dal castello. Preoccupati per il futuro della figlia e per proteggerla da tali infamie, decisero di tingerle i capelli con una sostanza a base di erbe, che scuriva i capelli, ma che al contatto della luce emanava dei riflessi azzurri. Così che, tutti iniziarono a chiamare la bambina con il nome di "Azzurrina".
Ma la storia che viene tramandata da secoli riguarda la sua strana morte, avvenuta all'interno del castello. Si racconta che il 21 giugno 1375 durante un temporale, Azzurrina stesse giocando con una palla fatta di pezza e spaghi. La palla rotolò giù per una scala, che conduceva alla ghiacciaia e la bambina corse a recuperarla. Due soldati udirono un grido e si precipitarono a cercarla. Ma ogni tentativo di ritrovarla fu inutile. Il castello e l’intero borgo furono setacciati per giorni e giorni... Azzurrina era scomparsa, come dileguata nel nulla.
Dal 21 giugno, ogni cinque anni, nella notte del solstizio d'estate, nel Castello di Montebello appare il fantasma di Azzurrina, la si ascolta ridere o piangere e si sente la sua voce. Da tempo molti studiosi ed esperti stanno tentando di capire l’origine di questi suoni. Dal 1990 sono state effettuate anche delle registrazioni dell'evento, che vengono fatte ascoltare ai turisti che visitano il castello. In questi nastri, realizzati dalla RAI e dall'Università di Bologna, si sente una voce di bambina piangere sottovoce in mezzo ai rumori di un temporale. L’università di Bologna iniziò subito degli studi approfonditi e si riuscì, sempre durante il solstizio nel 1995, a registrare anche il rumore della palla che rimbalzava, il ritocco delle campane e la voce più limpida di Azzurrina, tanto da riuscire a capire chiaramente che pronunciava la parola “mamma”. Nello stesso giorno dell’anno 2000 la stessa università, registrò ancora i lamenti della bambina. Oggi il castello di Montebello, è visitato da centinaia di persone non solo per il suo valore storico-artistico, ma anche per il fantasma di Azzurrina.

E' possibile effettuare visite diurne e notturne all'interno del castello, per maggiorni nformazioni visitate il sito www.castellodimontebello.com

Inserisci Commento

e-mail

Nome

Commento
captcha
Ricarica l'immagine
Dichiaro di accettare le informazioni sulla privacy
Data: 12/02/2007

Ciao a tutti voi amanti del mistero!Noi siamo i Magnolia (un gruppo di musica elettro-rock della Puglia) e abbiamo scritto una canzone sulla storia di Azzurrina, è molto inquietante! L'abbiamo scritta dopo aver visitato personalmente il castello nell'estate del 2006 e l'esperienza è stata così sconcertante da dedicarci una canzone!Andate ad ascoltarla sul sito www.magnoliaband.it nella sezione "ascolta" e scaricatevi ALOISI. Buon ascolto. Ciao.

Data: 11/02/2007

Io sono stato nel castello di Azzurrina e vi assicuro che stare in quell'edificio è un'emozione fortissima

Data: 03/02/2007

RAGAZZI VI GIURO STO MORENDO DI PAURA.CREDETEMI.STAMATTINA A SCUOLA A RICREAZIONE MI HANNO RACCONTATO QST FAVOLA E IN CLASSE MIA NOTTE DOPO NOTTE ALMENO UN MIOCOMPAGNO FA IL SOGNO DI CIò KE è ACCADUTO A QST BAMBINA...IO NON CI CREDEVO E OGGI TORNANDO A CASA(Io abito un pò fuorimano) MIA è PARSO DI SENTIRE UNA VOCE CHE CHIAMAVA MAMMA...DIETRO DI ME MA NN C'ERA NESSUNO..PENSAVO FOSSE FRUTTO DELL'IMMAGINAZIONE XK MI SONO FATTA INFLUENZARE.POCO FA HO APERTO INTERNET E LA PRIMA PAGINA DI TESTO KE è VENUTA FUORI ERA QST....è IMPOSSIBILE RAGAZZI STANOTTE NON DORMO.AIUTOOOOO....diletta.venezia

Data: 26/01/2007

ATTENZIONE: SONO PROPRIETARIO DI UNA CASA DAANTI AL CASTELLO. STO ORGANIZZANDO UNA TRE GIORNI ALLA RICERCA DI AZZURRINA E DEL SUO MITO SE VOLETE PARTECIPARE CONTATTATEMI VIA MAIL GRAZIE

Data: 24/01/2007

gianluca-serafino@hotmail.it sono 13 anni che vivo esperienze e vorrei confrontarmi con qualcuno che ha vissuto qualche esperienza.per favore contattatemi

Data: 18/01/2007

Di storie fantasmiche ne ho sentite parecchie senza mai farmi impressionare o addirittura convincere dalla veridicità di avvenimenti paranormali!! Però voglio riportarvi una mia esperienza che ha sconvolto le mie convinzioni! Che mi crediate o no, io ho sognato Azzurrina nell'anno 2001 o 2000. Il sogno mi rimase così impresso da ritornare sovente nella mia mente! E gia questo è di per se strano poiché, sono sicuro che capiterà anche a voi, io dimentico i sogni in breve tempo. Adesso ve lo racconto: Mi trovavo in un grande e antiquato cortile a me sconosciuto assieme a mia sorella e 4 miei cuginetti (adesso non sono piu bambini) ... L'elemento curioso ed indelebile del sogno, era la presenza di una bambina del tutto sconosciuta: vestita un pò fuori moda; lunghi capelli azzurri; occhi grandi ed azzurri; molto pallida; di età compresa tra i 6 e gli 8 anni; di normale costituzione...; aveva un'espressione aggrottata quasi arrabbiata, sicuramente a causa della situazione in corso. Mia sorella era portavoce della discussione in atto mentre gli altri bambini presenti, si limitavano ad ascoltare... Erano tutti contro questa bimba... tutti muovevano critiche in merito al suo aspetto! Ricordo solo una frase di mia sorella che diceva: "Ma vergognati... è questo il modo di farsi vedere in giro? Credi di essere uscita dalle favole?" La risposta della bimba fu un soltanto un "No" pronunciato per circa tre o quattro volte con tono risentito! Improvvisamente, la bambina cominciò a piangere a lacrimoni come avrebbe fatto una qualunque bimba della sua età! Dispiaciuto nel vedere quella reazione, intervenni e rimproverai mia sorella e tutti gli altri per porre fine a quella tortura! Allora la bimba, si avvicinò a me per ringraziarmi teneramente (ricordo ancora la sua voce). Poi si voltò di spalle per andar via e notai che le stranezze non erano finite: la bimba nascondeva sotto la capigliatura una deformazione che abbracciava la parte destra della nuca. Ricordo di aver riconosciuto anche delle piccole tracce di sangue coagulato! Non ricordo altro del sogno! Credo che finì proprio con questa immagine che oserei dire disgustosa! Devo per forza aggiungere che della storia di Azzurrina ne sono venuto a conoscenza soltanto a novembre 2005 quando, facendo una ricerca in rete su un film di Stephen King, mi trovai una pagina archiviata nel sito de: "l'Italia dei fantasmi" che raccontava tutta la vicenda di Azzurrina ufficialmente tramandata. NEL LEGGERE LA SUA STORIA, ho riconosciuto una serie di dettagli che mi hanno lasciato un abbastanza sorpreso: 1)Ricordai improvvisamente la bimba del mio sogno: Carnagione bianchissima, occhi azzurri, lunghi capelli azzurri divisi con una riga al centro, di età tra i 6 e gli 8 anni, ricordo che non era magra, ma nemmeno tanto grassa....... Descrizione che coincide con quella di Azzurrina. Anche il fatto che la bambina del mio sogno piangeva coincide. 2) La bimba morì il giorno del solstizio d'estate, che sarebbe il 21 giugno nell'anno 1375 e si dice che il suo spirito si manifesta in quella ricorrenza per ogni annata che finisca con 5 o con 0.............. io sono nato il 21 giugno 1980 3) Il vero nome di Azzurrina, era Guendalina Malatesta... Nei 5 anni che ho vissuto a Roma, ho abitato in via Malatesta n°100 4) Pochi mesi dopo il mio arrivo a Roma, cominciai a lavorare in qualità di animatore Karaoke, Ho lavorato solo in due locali: uno situato in via "MONTEBELLO" e l'altro in via "Rimini" 5) Da una seduta spiritica in cui la bambina ha stabilito un contatto con una sensitiva, è emerso che Azzurrina è morta cadendo per le scale della cantina mentre inseguiva la palla; è morta sul colpo perchè ha battuto forte la testa......... La bambina del mio sogno, oltre ad avere la stranezza evidente dei capelli azzurri, aveva anche una deformazione nella parte destro alta della nuca. Ritornato definitivamente a casa mia in Puglia, facendomi per la prima volta un giro sulle reti skai. Ecco che su skai vivo mi appare la trasmissione "Presenze" con argomento del giorno: Il Castello di Montebello! Ho potuto vederere dalle riprese di quello speciale che il cortile adiacente al castello era lo stesso in cui mi trovavo nel sogno! Cosa ne pensate? Secondo voi, sono semplici coincidenze? Fatto sta che ho deciso di far presto visita al Castello! Ringrazio tutti per l'attenzione! S.L.

Data: 01/01/2007

Sono entrata in possesso di uno strano documento (nn kiedetemi come perfavore) ke riportava un'altrettanto strana ma soprattutto inquietante "leggenda" ke mi ha lasciata perplessa ma incuriosita; per motivi di chiarezza nella lettura ho omesso alcune diciture in toscano antikissimo, riscrivendo il testo con parole sostitutive ma con lo stesso significato, quindi mi scuso se il testo riporta 1gergo bizzarro e sgrammaticalmente personalizzato. Ecco la storia: "Si narra ke in tempi lontani, dodicesimo secolo, nei pressi di un paese toscano di nome Certaldo, vivesse una nobile famiglia: i Conti Degli Alberti...siamo in tempi in cui la nascita di un figlio "illegittimo" causava notevoli disagi e vergogne all'interno di una famiglia Nobile...ebbene, il giovane Filippo portava il peso di un grande segreto, era il figlio illegittimo del Conte Alberto Degli Alberti, il di Lui Castello si ergeva nel paese di Certaldo. Il giovane Conte Filippo soffriva di una gravissima malattia alle gambe ke lentamente lo stava portando all'infermità, aveva consultato molti medici ma la scarsa conoscenza medica del tempo nn era molto risolutiva ed il giovane Conte peggiorava di giorno in giorno. Quella sera aveva deciso di farla finita gettandosi tra le acque gelide del Grande Lago (il Lago di Piangrande appunto!) ke da ragazzo aveva tanto amato per la sua posizione tra le ridenti colline della zona, dove soleva scorrazzare con le donzelle di paese. Si vestì con vestiti bianchi come lui amava tanto indossare, si soffermò sulle rive per dare l'ultimo saluto alla sua terra, quando dalle acque in prossimità del canneto avvistò una fioca luce azzurrognola addensarsi in una sorta di nube assumendo l'immagine di una bellissima donna ke al posto delle gambe aveva una spece di pinna tanto da sembrare una "sirena"...si consideri ke l'epoca imponeva un'elementare interpretazione di questo tipo di fenomeni da parte della gente, dovuto alla semplicità d'animo ke caratterizza i popoli antichi... La bella "sirena" iniziò come una sorta di telepatico dialogo col giovane Conte Filippo, esortandolo a tuffarsi nel gelido e grande lago dicendogli ke sul fondo esisteva del fango caldissimo che lo avrebbe guarito: Filippo si buttò senza esitazione immergendo le gambe nel fango, uscendo dal lago sentì subito una nuova forza impossessarsi delle sue membra, dopo pochi giorni come per miracolo riuscì nuovamente a camminare e col passare del tempo riuscì persino ad uscire di casa senza la sua sedia a rotelle. Ritornò al Lago Di Piangrande nelle sere seguenti e per molti giorni ancora ma dell'affascinante fantasma nn ve ne fu più traccia alcuna finchè...una sera di primavera la gente del paese di Certaldo, vide il giovane Conte Filippo Degli Alberti andare verso il Grande Lago...senza farne più ritorno! Era la notte del 13 aprile 1.107, la notte di San Martino...leggenda o verità ke sia: I vecchi del paese di Certaldo raccontano ke il fantasma del giovane Conte Filippo si aggira ancora oggi nelle sere di primavera, lungo le sponde del grande lago; e le donne della zona testimoniano ke mentre i loro uomini si dedicano alla pesca all'imbrunire, vedono strane luci afone elevarsi dalle acque vicino al canneto e strane voci sommesse accompagnano una danza impercettibile tra due ombre: di una donna bellissima con le sembianze di una sirena ed un uomo vestito di bianco..." Vorrei tanto sapere se qualcuno tra i Vs contatti ha mai sentito parlare di questo racconto e se qualcuno può darmi consigli su come ricevere notizie più dettagliate; o su come riuscire a verificare l'attendibilità o meno di questa "leggenda"... grazie per una cortese risposta, nel frattempo auguro a Voi e tutti i Vs cari 1 sereno 2007. cristina By Lui&Lei

Data: 29/12/2006

Ciao, solo ieri, alla festa di una mia amica ke ho scoperto di questa bambina, sono molto interessata a questa storia.... vorrei saperne di +..

Data: 29/12/2006

io a dire la veroità nn ci credo a queste cose cmq vorrei saperne di pù x sapere se questa fantaswma x capire se è vero!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!fatemisapere!!!!!

Data: 20/12/2006

ciao a tutti secondo me e la mia compagna,questa storia è più ke vera e fa anke rabbrividire!!!!!!nn so come la pensate voi ma i fantasmi esistono e con essi anke tt le altreentità!!!ciao a tutti...

I miti più amati
A Cesena