FANTASMA AZZURRINA

English Deutsch Français español русский chinese český
banner
Facebook Fan Page Twitter
FANTASMA AZZURRINA

Voti

ricevuti
10138

Vota il tuo mito!

FANTASMA AZZURRINA

Il fantasma di Montebello

In un castello situato a Montebello, in provincia di Rimini, nella seconda metà del XIV secolo, sparì misteriosamente una bambina, che ancora oggi fa parlare di se: si tratta di Guendalina Malatesta vissuta nel Medioevo, ma conosciuta da tutti come il fantasma Azzurrina.
Guendalina era albina e aveva i capelli bianchi. L'albinismo, nel medioevo, era fonte di sospetto e paura. Le sue caratteristiche somatiche, non erano viste con simpatia e, per questo, fu accusata di stregoneria e destinata ad una morte atroce. Per farla sopravvivere e darle una speranza, i genitori non le permettevano l’uscita dal castello. Preoccupati per il futuro della figlia e per proteggerla da tali infamie, decisero di tingerle i capelli con una sostanza a base di erbe, che scuriva i capelli, ma che al contatto della luce emanava dei riflessi azzurri. Così che, tutti iniziarono a chiamare la bambina con il nome di "Azzurrina".
Ma la storia che viene tramandata da secoli riguarda la sua strana morte, avvenuta all'interno del castello. Si racconta che il 21 giugno 1375 durante un temporale, Azzurrina stesse giocando con una palla fatta di pezza e spaghi. La palla rotolò giù per una scala, che conduceva alla ghiacciaia e la bambina corse a recuperarla. Due soldati udirono un grido e si precipitarono a cercarla. Ma ogni tentativo di ritrovarla fu inutile. Il castello e l’intero borgo furono setacciati per giorni e giorni... Azzurrina era scomparsa, come dileguata nel nulla.
Dal 21 giugno, ogni cinque anni, nella notte del solstizio d'estate, nel Castello di Montebello appare il fantasma di Azzurrina, la si ascolta ridere o piangere e si sente la sua voce. Da tempo molti studiosi ed esperti stanno tentando di capire l’origine di questi suoni. Dal 1990 sono state effettuate anche delle registrazioni dell'evento, che vengono fatte ascoltare ai turisti che visitano il castello. In questi nastri, realizzati dalla RAI e dall'Università di Bologna, si sente una voce di bambina piangere sottovoce in mezzo ai rumori di un temporale. L’università di Bologna iniziò subito degli studi approfonditi e si riuscì, sempre durante il solstizio nel 1995, a registrare anche il rumore della palla che rimbalzava, il ritocco delle campane e la voce più limpida di Azzurrina, tanto da riuscire a capire chiaramente che pronunciava la parola “mamma”. Nello stesso giorno dell’anno 2000 la stessa università, registrò ancora i lamenti della bambina. Oggi il castello di Montebello, è visitato da centinaia di persone non solo per il suo valore storico-artistico, ma anche per il fantasma di Azzurrina.

E' possibile effettuare visite diurne e notturne all'interno del castello, per maggiorni nformazioni visitate il sito www.castellodimontebello.com

Inserisci Commento

e-mail

Nome

Commento
captcha
Ricarica l'immagine
Dichiaro di accettare le informazioni sulla privacy
Data: 05/10/2006

Bella questa storia mi piacerebbe andare un giorno mi affascna le storie di fastasma ... molto bello

Data: 05/10/2006

BELLOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Data: 01/10/2006

secondo me la storia e veramente accaduta perchè la gente deve andare a visitare il castallo nn lo sanno che i morti vanno lasciati in pace?

Data: 23/09/2006

Ciao a tutti!!!!!!!! Non sono mai stato al castello di Montebello, ma la misteriosa vicenda di Azzurrina mi ha sempre affascinato anche perchè la bimba aveva la mia stessa particolarità, era albina, proprio come me.L' albinismo è una condizione molto particolare e ha delle implicazioni emozionali profonde su coloro che ne sono portatori. Se qualcuno vuole saperne di più vi dò la mia e mail. Ciao a tutti Francesco

Data: 22/09/2006

sono stato alla visita diurna a montebello, due settimane fa, e dalle registrazioni mi pare di capire che lo spirito di guendalina cerca di vivere in pace... ma non la trova, perchè ogni anno, decine di "impiccioni" entrano nel castello, con la scusa di vedere il suo spirito o per fare registrazioni... non sarebbe ora di lasciarla finalmente riposare eternamente in pace?...

Data: 20/09/2006

yo en realidad creo 100% en estas leyndas no veo el fin de inventarlas ..mas creo que la gente que iso posible la publicacion de esta leyenda tiene sierta conexion sercana con estos seres paranormales..ver para creer!!!!

Data: 14/09/2006

Conosco da tempo la leggenda e ho visitato il castello. vorrei sapere se si è manifestata nel 2005 e se ci sono novità...stefania

Data: 12/09/2006

Ho, mamma mia... sì, interessante ma paurosa la faccenda, ho mamma, se sentirò la voce di Azzurrina... cadrei per terra! Ho mamma, ma è lei quella in blu? Vi prego, risp, che brutta fine che ha fatto quella povera Azurra!!!!! Azzurrinaaaaa!!!!! By Erica

Data: 11/09/2006

il castello è molto bello dal punto di vista culturale ,la visita di giorno deve essere interessante; ma le visite notturne con la povera Guendalina che ancora si lamenta è troppo bella e suggestiva, io ci sono stato la settimana scorsa, vi auguro di andarti ma state attenti la cosa piu' paurosa nn è la rocca, ma la strada per arrivarci! ciao a tutti

Data: 10/09/2006

Non sapevo che ci avrebbero fatto un film, ma questa leggenda (o verità?) lo merita assolutamente. Conosco questa storia da quando sono piccolo, ma purtroppo non ho mai avuto l'occasione di andare a vedere il castello. Però mi piacerebbe molto perchè di fronte alle prove audio io mi fido. Troppa gente avverte qualcosa per essere solo una leggenda di nessun valore, ci deve essere di più. Ma mi faccio anche un'altra domanda: se i fantasmi esistono, vuol dire che ci sono anime che vagano ancora in questo mondo. Ora, se uno è credente, sa che le anime abbandonano questo mondo. Perchè Azzurrina è ancora qui? In questi 5 anni o in quei momenti che non ci sono apparizioni, quell'anima dovè? Con Dio? Con Satana? In una dimensione a parte, sconosciuta? E' questo il vero mistero che mi affascina da sempre, che mi ha fatto sempre interessare a questi fantasmi, spiriti, da tempi immemorabili, costantemente infelici o malefici o angelici... Giacomo

I miti più amati
A Cesena