Rimini Calcio

English Deutsch Français español русский chinese český
banner
Facebook Fan Page Twitter
Rimini Calcio

Voti

ricevuti
2343

Vota il tuo mito!

Rimini Calcio

Squadra di Calcio Rimini

I successi degli ultimi anni hanno riacceso nell'animo dei tifosi riminesi e non solo, la grande passione per il Rimini Calcio, passione sopita negli ultimi decenni, in cui la squadra biancorossa ha navigato negli inferi delle serie minori, dove ha trovato più di un ostacolo prima della sospirata risalita che l'ha riportata fino alla serie B.
Ora, grazie anche alla sentitissima rivalità con gli "odiati cugini" del Cesena, con cui il Rimini si contende la supremazia calcistica della Romagna, il calcio è tornato il primo sport cittadino, ed è facile vedere passeggiare per le vie cittadine, giovani e meno giovani, con la caratteristica maglia a scacchi biancorossa.
Gli idoli recenti sono mister Acori e il "gaucho" Ricchiuti, ma da Rimini sonoi passati negli anni nomi importanti del panorama calcistico internazionale: Helenio Herrera, Arrigo Sacchi, Osvaldo Bagnoli, ma anche Ghezzi, Santarini, Tancredi, Favero fino a Matteo Brighi(riminese purosangue) approdato alla nazionale maggiore.

-Un po' di storia dil Rimini Calcio-

Il Rimini Calcio nasce nel 1912, gli anni '20 e '30 vedono la squadra opporsi alle altre romagnole, dal Cesena al Lugo, dal Ravenna all'Alfonsine, ma soprattutto, a spaccare in due la città, c'è la sfida con il Dopolavoro Ferroviario. Gli anni '40 e '50 sono anni difficili, il Rimini annaspa, sono anni segnati dagli sforzi per raggiungere la promozione alla serie C, coronati dal successo nell'estate del 1959. E' l'inizio di una nuova era.
La storia del Rimini Calcio negli anni sessanta è segnata soprattutto da quei giocatori biancorossi che hanno saputo spiccare il volo verso la massima serie: Carlini, Nanni e Santarini.
Gli anni settanta vedono la prima sorica promozione in B nel 1976, i protagonisti in campo sono: Sclocchini, Agostinelli, Natali, Sarti, Guerrini, Berlini, Fagni, Di Maio, Cinquetti, Romano Carnevali. Due anni dopo si torna in C, ma nel 1979-80 c'è la fantastica promozione della squadra allenata da Maurizio Bruno, poi due anni dopo il Rimini retrocede con 36 punti, un record. Nel 1982 arriva Arrigo Sacchi, il mister di Fusignano da subito una chiara impronta alla squadra, che diverte e vince, ma i problemi societari non permettono di fare il salto di qualità, così Arrigo se ne va.
Gli anni novanta iniziano con il Rimini in serie C2, impegnato in campionati non particolarmente esaltanti. Dopo alcuni anni di incertezze societarie, arriva il decreto fallimentare che getta nell'angoscia i riminesi. All'asta indetta dal tribunale di Rimini nel 1994, il Rimini calcio viene aggiudicato ad una cordata di imprese guidata dalla Cocif di Vincenzo Bellavista.
Sono anni in cui il Rimini frequenta stabilmente i quartiei alti della classifica, ma per una serie di episodi sfortunati, non riesce mai a centrare una promozione in C1, che sembra davvero stregata. Fino a quando nel 2002-03 arriva a Rimini Leonardo Acori, mister semisconosciuto, che in pochi mesi riesce a costruire una squadra quadrata, che vince e dà spettacolo, nel girone c'è però la corazzata Fiorentina, e la promozione arriva solo ai playoff, è comunque un tripudio, la città impazzisce, è finito un incubo. La conferma del gruppo vincente porta poi in soli 2 anni anche la serie B, dopo ben 23 anni di assenza, e la possibilità per la società, la squadra e i tifosi di confrontarsi con l'olimpo del calcio. Il 21 maggio 2007 i tifosi e la società sono scossi da un lutto che tocca profondamente i riminesi: viene a mancare il grande patron Vincenzo Bellavista, portatore di una insostituibile schiettezza e carica umana. Questo porta i giocatori e la società a un ultimo grande sforzo in memoria del presidente, i play-off.

Inserisci Commento

e-mail

Nome

Commento
captcha
Ricarica l'immagine
Dichiaro di accettare le informazioni sulla privacy
Data: 29/08/2007

senti sti riminelli!!!parlano male dei campi e nn si ricordano che i pochi romagnoli che ci sono in provincia vengono dalla campagna(verucchio santa giustina..) se nn sapete nemmeno chi siete come fate a essere dei"romagnoli veri"..io sono riccionese nn un riminese!sono un romagnolo nn un napoletano!

Data: 29/08/2007

basta con accori..non si sopporta più...ma come vcacchio si fà...nn proova nemmeno a giocarsi la coppa italia quella meba

Data: 14/08/2007

cesena...con cui si contende la supremazia della romagna?????????????????????? la romagna è stata e sarà sempre giallorossa SOLO RA

Data: 13/08/2007

Ci VEDIAMO IL 15 DICEMBRE DA VOI..... L'ARMATA PISANA ARRIVA!!!!!!

Data: 05/08/2007

Dura essere sotto di noi e riccionese? con quel paesetto dove volevi andare?....fate tanto i grossi poi la metà dei commenti li venite a fare voi filo-cesenati............è dura essere inferiori!!! Rimini è sempre stata ed è la vera romagna! parli di romagna parli delle nostre spiagge .....no dei campi di cesena

Data: 02/08/2007

sono di riccione e mi vergogno di avere di fianco i riminesi...fanno i romagnoli e la maggior parte di loro e figlio di pesaresi o ancora peggio napoletani....

Data: 06/07/2007

cioè ciao a tutti i romagnoli nn hai napo come voi....

Data: 04/07/2007

ciao a tutti i romagnoli

Data: 12/06/2007

GRAZIE RAGAZZI, IL SOGNO E' RIMANDATO AL PROSSIMO ANNO, MA CONTINUA!!!!!!!!!!!!

Data: 23/05/2007

grazie per sempre sarai il nostro Presidente....ciao Vincenzo...cosa aspettate a metterlo tra i miti...più mito di lui!!!

Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12
I miti più amati
A Cesena